giovedì 27 giugno 2013

SI TU FAIS BIEN LA PIZZA TU SAIS BIEN FAIRE L'AMOUR

Sono sempre stata dell'idea che il cibo sia altamente erotico. 
E non mi riferisco al cibarci vicendevolmente con le mani stile nove settimane e mezzo, nè alla scontata sembianza fallica di numerosi ortaggi, quindi sgombrate le vostre menti da pannocchie, zucchine varie e sensuali spogliarelli e concentratevi sui sapori.
Pensate a un'onda di miele caldo che scivola sulla ricotta fresca, pensate al cioccolato, sensuale in tutti i suoi stili e combinazioni. Pensate a una tartare di tonno, al guacamole, ai pop corn al caramello, al c a r a m e l l o..
Alla burrata.
All'olio al tartufo.
Al pane caldo.
Alla panna montata.
Vi sarà venuta certamente più fame che voglia di fare sesso, ma credo che la sensazione di acquolina in bocca che lascia il pensiero di certi cibi sia decisamente simile a quanto di più erotico esista su questa terra.  
Per non parlare poi della promiscuità delle mani e del cibo. Delle belle mani che impastano, come quelle mamme del mulino o quelle rudi, callose e sexy di Antonio Banderas, per essere attuali.
Ok, rimaniamo nella fascia pomeridiana e godiamoci semplicemente questa perla di infinita comicità francofona e  profondo imbarazzo che è la sigla del cult movie  di Aldo Maccione, "Pizzaiolo e mozzarel". Buona visione.

Ah, io nel frattempo ho fatto la pizza, neanche a dirlo... 

martedì 28 maggio 2013

THE SALMON DANCE ( e controcanto di pancakes )



In realtà avrei potuto intitolare questa ricetta "Ode al salmone" perché io di cose meravigliose, sul salmone, avrei da scriverne. 
Avrei potuto parlavi di quella volta che capitai per caso di fronte alla Casa del Salmone a via di Ripetta, a Roma e di come fu amore a prima vista. Oppure di quando ho piacevolmente scoperto la quice al salmone asparagi e porri in un bistrot di Parigi di cui non ricordo il nome. 
Per non parlare dell' insalata finocchi, salmone mela verde e arancia, il cavallo di battaglia indiscusso di uno dei miei ristoranti Romani preferiti, nonchè la mia pressoché scelta fissa.
Ma mi limiterò invece a una degna presentazione del soggetto in questione ed é così che direttamente dai gelidi fluttui dei mari del nord vi presento il coacervo di omega tre più famoso al mondo, Sua Pescitudine il Re Salmone.
Freschissimo, versatilissimo, chicchissimo.

L'idea di questo piatto nasce dalla splendida colazione americana che ho fatto domenica alla Backery House di Corso Trieste (trovi le sue coordinate QUI ) 
Ordine preso sotto le minacce di chiusura della cucina (erano le 15 e 30), ma scelta super azzeccatissima. Ottimi i Pancake all'erba cipollina con Salmone e bollicine di cocacolalight d'accompagno. Divino anche il cheesecake al cioccolato, ma quello si sapeva.
Il tutto così buono che ho voluto fare il bis, a casa, con la sola variante del prezzemolo al posto dell'erba cipollina.
Vi lascio qui sotto la ricetta dei mini Pancakes al prezzemolo e la canzone che spero accompagnerà la loro preparazione.

Vi serviranno :
2 uova, 150 gr di farina, 25 gr di burro, un pizzico di sale, 16 gr di lievito, 200 ml di latte

Separare i tuorli dagli albumi, versate in una ciotola i due tuorli, il burro fuso, il latte, la farina ed il lievito.
Aggiungete un pizzico di sale alla pastella e mescolate evitando di formare i grumi.
Montate gli albumi a neve e uniteli alla pastella.
A questo punto della preparazione potete scegliere se unire del prezzemolo (come ho fatto io) o altri tipi di erbette.
Scaldate adesso un padellino piccolo e ungetelo di burro e una volta caldo versate con un mestolo un po' dell'impasto. Abbassate la fiamma in modo da evitare di bruciare il fondo del pancake e permettere la sua lievitazione.
Una volta cotto da un lato, giratelo (a seconda della vostra abilità anche con un colpo di polso sul manico della padella).
Ripetete lo stesso procedimento più volte e vedrete che gli ultimi saranno decisamente migliori dei primi.
Serviteli inframmezzati dal salmone e volendo anche della panna acida .




mercoledì 22 maggio 2013

#INSPIRATION : FOOD in MOVIES


Mine Vaganti, Ferzan Ozpetek

Samuel Lee Jackson, Pulp Fiction

Tesoro mi si sono ristretti i ragazzi, Honey I shrunk the kids

la finestra di fronte, ferzan Ozpetek
Mahanattan murder mystery, Woody Allen
Cristina ricci and Angelica Huston in Addam's family
Johnny Depp , Edward Scissorhands

Kevin, Home Alone

Ratatuille
Clockwork Orange, Stanley Kubrick
L'erba di Grace, Saving Grace
La cena dei cretini, Le Dîner des cons

The GoodFellas
Le fate ingnoranti, Ferzan Ozbetek
Bridget Jones's diary